(ASCA) - Roma, 4 gen 2014 - Rana al-Jamal, figlia dell;ambasciatore dell;Autorita; palestinese in Repubblica Ceca, morto mercoledi; scorso in una misteriosa esplosione nella sua residenza a Praga, respinge l;ipotesi che il padre sia deceduto a causa di un incidente. Direzione verso la quale sembrano, invece, piu; orientate le indagini e gli inquirenti, anche alla luce delle armi non autorizzate rinvenute nella dimora. ;;Quello che e; certo e; che non si e; trattato di un incidente;;, afferma la donna - che risiede a Ramallah - in un;intervista pubblicata oggi dal quotidiano ceco, Dnes. Secondo le prime ricostruzioni della polizia locale, infatti, l;ambasciatore palestinese, Jamal al-Jamal, 56 anni, e; deceduto per l;esplosione di un dispositivo di sicurezza applicato alla cassaforte della nuova sede della missione diplomatica a Praga, dove l;uomo si era da poco trasferito. Da parte sua, la figlia sostiene che l;esplosivo sia stato piazzato da qualcuno nell;edificio, proprio approfittando del trasloco. ;;C;era molta gente e confusione;;, afferma la donna senza avanzare precisi sospetti: ;;Non lo so e non voglio mesionare nessuno;;, dice. Da parte sua la polizia aveva gia; escluso in prima battuta ;;un atto da parte di terzi compiuto con l;intenzione di uccidere;;. Col procedere delle indagini, la polizia ha poi rinvenuto nella redidenza ;;armi non registrate nella Repubblica Ceca;;, come si limitava a precisare il comunicato ufficiale. Anche da qui, interpellato dai media, Jiri Sedivy, capo di Stato maggiore dell;Esercito ceco dal 1998 al 2002, sostiene che il diplomatico sia ;;morto perche; stava manipolando impropriamente materiale esplosivo;;. Nella lettura dell;esperto militare, infatti, ;;rassemblare armi e; divenuta pratica talmente sovente nell;ambasciata palestinese che il diplomatico non ha nemmeno rispettato le piu; elementari norme di sicurezza;;. Nonostante la Repubblica Ceca sia uno dei nove paesi che ha votato contro la presenza dei palestinesi all;Assemblea generale dell;Onu come stato osservatore non membro, Praga ha ospitato una missione diplomatica dell;Organizzazione per la liberazione della Palestina fin dal 1981, quando era ancora capitale della Cecoslovacchia. La polizia ceca prosegue le indagini in collaborazione con esperti palestinesi giunti appositamente a Praga. (con fonte Afp)


Related Articles:
piumini moncler uomo
moncler italia
moncler italia
spaccio moncler veneto
piumino donna moncler
polo moncler uomo

Nessun commento:

Posta un commento

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog Voci Dalla Strada

Non sono consentiti:
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)