Roma, 3 gen. (TMNews) - In Sud Sudan l;organizzazione Medici con

l;Africa Cuamm sta continuando a garantire cure e assistenza alla

popolazione locale con un team di sei operatori italiani in

servizio all;ospedale di Lui (Western Equatoria) e di Yirol (Lake

States). Da tre settimane sono in corso nel paese scontri tra

forze governative e ribelli che hanno causato finora almeno un

migliaio di mortu.

Il chirurgo Paolo Setti Carraro, operativo a Lui, ha riferito

di aver ricoverato ieri "un soldato del contingente di Lui

accoltellato al torace". "Nello stesso momento - ha aggiunto - un

contingente dell;Spla (Sudan People;s Liberation Army) in marcia

da Nzara a Juba, era accampato alla junction della strada

Mundri-Lui, bivio per Amadi-Kediba-Tali, a 20 km da qui, e stava

dormendo. E; stato attaccato con AK 47 da degli sconosciuti. Lo

scontro è proseguito sino alle 5.00. Alle 9.15 una colonna

militare dell;Spla ha scaricato in ospedale 17 feriti da arma da

fuoco, uno era già morto, uno è morto poco dopo il ricovero, uno

infine è morto di shock emorragico due ore dopo un;amputazione di

gamba urgente". Gli altri miliutari sono stati operati.

Nel frattempo all;ospedale di Yirol, al confine con la provincia

di Bor, teatro degli scontri più violenti delle ultime settimane,

il lavoro di Medici con l;Africa Cuamm è fronteggiare l;emergenza

degli sfollati che hanno raggiunto Minkamen (approdo est del

Nilo): sono circa 20.000 e hanno bisogno di zanzariere, cibo,

farmaci e strumenti per igienizzare l;acqua. Gli operatori Cuamm

hanno garantito un primo sostegno con la fornitura di trattamenti

antimalarici, amoxicillina, metronidazolo, sali di reidratazione,

e paracetamolo.(segue)


Related Articles:
piumino moncler
moncler giubbotti uomo
piumini donna moncler
sito ufficiale moncler
outlet moncler milano
piumini moncler scontati

Nessun commento:

Posta un commento

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog Voci Dalla Strada

Non sono consentiti:
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)