Napoli, - Mattinata a Villa Rosebery per il

presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a Napoli in visita

privata dallo scorso primo gennaio in compagnia della moglie

signora Clio. Il capo dello Stato, probabilmente, ancora con i

postumi di mal di gola e raucedine, ha preferito non uscire dalla

residenza presidenziale di Posillipo anche a causa delle

condizioni climatiche caratterizzate da umidità e pioviggine.

Anche oggi, così come era avvenuto ieri, c;è stato il tentativo

da parte di un napoletano di consegnare al presidente una

lettera. Oggi un disoccupato 60enne, Agostino A., residente nel

quartiere Scampia, eludendo i controlli per i non residenti di

polizia e vigili urbani, è giunto dinanzi al cancello di Villa

Rosebery tentando di consegnare la missiva scritta dalla moglie

dal momento che lui è analfabeta. L;uomo, disoccupato iscritto al

coordinamento precari Bros, vive da qualche tempo soltanto grazie

all;aiuto della Caritas e della parrocchia perché non riceve più

neanche i 500 euro mensili per i partecipanti al progetto di

formazione Bros destinato all;ambiente.

"Sono una cittadina italiana di Scampia - ha scritto la moglie

Rosa al presidente - mio marito, per colpa delle istituzioni, ha

avuto anche una forte depressione ed è stato ricoverato 20 giorni

al Cardarelli". Così come è accaduto per la 70enne che ieri ha

tentato di recapitare una lettera di aiuto per la figlia rimasta

senza lavoro e per un paio di dipendenti dell;Astir, sul punto di

essere licenziati, la missiva non è stata consegnata. Al

disoccupato 60enne, infatti, è stato consigliato di inviare la

missiva via posta direttamente al Quirinale.


Related Articles:
moncler piumini
moncler quincy originale
spaccio piumini moncler
piumini moncler donna
piumini moncler donna
moncler donna

Nessun commento:

Posta un commento

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog Voci Dalla Strada

Non sono consentiti:
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)