31 agosto 2012

ECONOMIA MONDIALE: IL GIUDIZIO UNIVERSALE E' VICINO?

Gli esperti vedono i segni tangibili che qualcosa di terribile sta fermentando nel sistema finanziario globale. Gli investitori, le banche centrali e Wall Street, tutti ben immersi nelle insidie ​​dell'economia globale sono insolitamente attivi ultimamente. Sta crollando il sistema finanziario mondiale? E' la domanda si pongono molti osservatori. 

George Soros, il famoso investitore che ha molti contatti nel mondo finanziario, è sempre all'avanguardia rispetto al futuro economico, e se qualcosa di grosso sta per accadere ne è al corrente molto tempo prima della gente comune. Proprio per questo, colpisce il fatto che il miliardario ha ceduto più di un milione di azioni di società finanziarie e banche, tra le quali sono incluse Citigroup, JP Morgan e Goldman Sachs. Il valore totale delle vendite di azioni si aggira intorno a 50 milioni di dollari. Allo stesso tempo, mentre vendeva le azioni delle banche, ha acquistato 884.000 azioni in oro del valore di 130 milioni di dollari. Gli esperti credono che questi sono i passi di qualcuno che crede che un collasso del sistema finanziario sta per accadere.  
Leggi tutto...

IL CONTROLLO INFORMATICO DELLA "JVSTITIA" ITALIANA

Anm e Csm attaccano i pm ma dimenticano i rischi di abusi informatici nelle procure Mentre il Csm apre un un’inchiesta sulla “questione Ciancimino”, vanno avanti le indagini sull’illecita aggiudicazione degli appalti per la gestione delle intercettazioni. Per Silvio Berlusconi i magistrati che indagano sui poteri “forti” sono un cancro. Daniela Santanchè li definisce addirittura come delle metastasi. Luca Palamara chiede che si faccia chiarezza sul lavoro dei pm antimafia in merito alla collaborazione di Ciancimino e il CSM ha aperto un’inchiesta su tale questione.
Abbiamo dunque, in ordine, il Presidente del Consiglio, un sottosegretario alla presidenza del Consiglio, il presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati e l’organo costituzionale di autogoverno della magistratura che, in vario modo, puntano il dito sui magistrati che stanno conducendo indagini importantissime sui cosiddetti poteri forti e sui rapporti fra Stato e mafia.
L’attacco di Berlusconi e della Santanchè è ovviamente inaccettabile e dovrebbe portare alle immediate dimissioni di entrambi.

30 agosto 2012

IL REGNO DI SPAGNA DISSANGUA LA SUA POPOLAZIONE PER SALVARE LE BANCHE

"Tutti questi tagli di bilancio ci hanno lasciati nudi"
Il salvataggio di BFA-Bankia attraverso la nazionalizzazione delle sue perdite e dei suoi attivi tossici, seguito da una richiesta storica di aiuti pubblici per 19 miliardi di euro (23,5 miliardi complessivi, contando gli aiuti già ricevuti), ha fatto precipitare la Spagna in un’isteria politica ritmata dalla pressione finanziaria delle scadenze fissate dai creditori. L’annuncio del governo Rajoy, il 9 giugno scorso, di un piano di salvataggio che potrebbe toccare i 100 miliardi di euro (circa il 10% del PIL) destinato a risanare l’intero settore finanziario spagnolo, in precedenza rifiutato, mette i mercati e le istituzioni finanziarie internazionali sotto pressione. A Roma, Washington, Parigi e Bruxelles si susseguono riunioni dell’Eurogruppo, del G20 o videoconferenze incapaci di placare la frenesia degli speculatori che si scatenano sul mercato del debito. Nel frattempo la popolazione subisce nuove misure antisociali che le impongono una precarietà sempre più severa.
Leggi tutto...

€URO - UE: ALTO RISCHIO DI DISGREGAZIONE!

Uno dei maggiori esperti in materia di integrazione latino-americana, ha rinnovato i timori per l'Europa. "Il rischio della dissoluzione dell'euro e dell'Unione Europea esiste. Non si tratta di un'ipotesi fantasiosa", questo è il parere dell'ex presidente della Banca Interamericana di Sviluppo, Enrique Iglesias. 

Durante una conferenza in Uruguay, uno dei massimi esperti in materia finanziaria, ha definito come "rara e molto profonda" la crisi che ha "crocifisso" l'Europa. A suo parere, "nessuno conosce" in Europa la "via d'uscita, non c'è una consapevolezza chiara né di quando, né di come". Allo stesso tempo, "sembra essere accordo sul fatto che la strada è una nuova economia guidata dalla tecnologia e dalla scienza". La crisi attuale non dovrebbe essere definita come globale, perché "l'economia mondiale cresce del 3,5% l'anno". Il problema è che l'Unione Europea "in quanto tale, non funziona", "non esiste il mercato finanziario europeo", e quindi paesi come la Francia, l'Italia o il Portogallo "non trovano finanziamenti".
Leggi tutto...

USA: Emergenza Virus del Nilo

Il 'Virus del Nilo', una malattia mortale che si trasmette attraverso la puntura di una zanzara, è l'ultimo grattacapo per le autorità sanitarie degli Stati Uniti. "Siamo al culmine dell'epidemia", ha detto mercoledì scorso in una conferenza stampa, il direttore del dipartimento di malattie infettive del Centro per il Rilevamento e Prevenzione delle Malattie (CDC), il dottor Lyle R. Petersen. 
Finora quest'anno, i medici hanno rilevato 1.118 persone contagiate in 48 paesi, dove ci sono già stati 14 morti. "Non abbiamo mai visto niente di simile prima. La malattia sta progredendo rapidamente," ha detto l'esperto. Il 'Virus del Nilo' si è diffuso in quasi tutti gli stati, tanto tra gli esseri umani che tra gli animali. Per ora, ne sono rimsti immuni Alaska, Hawaii e Vermont. Secondo Peterson, si prevede un aumento del numero di casi a fine estate. "Un mese fa avevamo individuato solo 29 casi. Ora ce ne sono più di 1.000. E' la cifra più alta rilevata in estate, da quando abbiamo scoperto che la malattia è arrivata in America, nel 1999", ha detto. "In breve, questo è una delle peggiori epidemie di sempre". L'anno peggiore è stato il 2003, quando ci sono stati 9.862 casi di 'Virus del Nilo' e ci sono stati 264 morti. Peterson spiegato che più della metà dei casi rilevati quest'anno, sono del tipo "neuro-invasivo", cioè il 'Virus del Nilo' ha colpito il cervello di pazienti di cui successivamente provoca la morte.
Leggi tutto...

29 agosto 2012

€URO: ATTENZIONE AL PIANO "B" !

Ormai non lo nascondono più: la rottura della zona Euro viene considerata inevitabile perfino da coloro che giuravano che l'Euro fosse "irreversibile". Non soltanto la Finlandia, ma ora anche l'UE sta lavorando ad un "Piano B". Tuttavia, a quanto si apprende da Bruxelles, Berlino e Londra, B in questo caso sta per Barzelletta! Il ministro degli Esteri finlandese Erkki Tuomioja ha rivelato in una discussione con un corrispondente del Daily Telegraph (16 agosto): "Dobbiamo considerare apertamente la possibilità di una rottura dell'Euro.
I nostri funzionari, come tutti gli altri e come tutti gli stati maggiori, hanno qualche tipo di piano operativo per questa eventualità". Poi ha dovuto smentirlo. 
A quel punto, il 18 agosto, il Sueddeutsche Zeitung ha fatto trapelare la notizia che i governi UE starebbero discutendo un "Piano B" che contempla l'uscita della Grecia dall'Eurozona. Stando al quotidiano tedesco non ci sarebbe ancora un piano preciso, perché molto dipenderà dalla sentenza della Corte Costituzionale tedesca sull'ESM, e da ciò che dirà la Troika sulla Grecia. Se la Troika non raccomanderà ulteriori aiuti ad Atene in settembre, la Grecia potrebbe essere costretta a tornare alla dracma. 

26 agosto 2012

NWO: INTRODUZIONE OCCULTA AL FILM PROMETHEUS

L’ultimo e attesissimo film di Ridley Scott, Prometheus, immerge lo spettatore nella mitologia elitaria. Non sto parlando delle solite pellicole “Illuminate” in cui vengono mostrati, comportamenti e stili di vita, conformi all’agenda dei poteri forti: qui siamo al fulcro del “credo mistico” luciferino, in cui il titano Prometeo, portatore di luce, “dona” agli umani il fuoco, rendendoli essi stessi “divinità”.Gli illuminati, vogliono proporre la loro versione della creazione, dove gli umani non sono altro che “prodotti” dell’ingegneria genetica, servitori/schiavi di questa razza di “ingegneri”. 

Si cerca di creare l’illusione che la Creazione sia frutto della tecnologia e che gli esseri umani, diventando a loro volta creatori di vita artificiale, (Androidi indistinguibili dagli esseri umani…tranne che per l’anima) siano essi stessi divinità.  Ci troviamo di fronte ad un’ideale materialista di divinità, che ricerca l’immortalità fisica piuttosto che quella spirituale. Andremo ora ad analizzare i vari concetti e simboli presenti in due video che mostrano intenti, progetti e creazioni illuminate.

24 agosto 2012

€URO, UN FALLIMENTO ANNUNCIATO

Venti anni fa il keynesiano Wynne Godley spiegava perché non poteva funzionare.
"Se un Governo non ha la propria Banca Centrale sulla quale può creare denaro liberamente, i suoi utilizzatori (spenditori) possono essere finanziati solo attraverso il prestito nel libero mercato in competizione con le Imprese, e questo può risultare eccessivamente caro o addirittura impossibile, particolarmente quando si è in condizione di estrema emergenza; il pericolo, allora, è che le restrizioni di bilancio alle quali i Governi sono singolarmente impegnati faranno conoscere una tendenza disinflazionistica che chiuderà l' Europa in blocco in una depressione senza potere di ripresa". (Wynne Godley, 1992)

In primo luogo va sottolineato che la creazione di una moneta unica nella Comunità Europea dovrebbe porre fine alla sovranità delle sue nazioni componenti e alla loro autonomia di intervento sulle questioni di maggior interesse. Come l’onorevole Tim Congdon ha sostenuto in modo molto convincente, il potere di emettere la propria moneta, di fare movimentazioni sulla propria banca centrale, è la cosa principale che definisce l’indipendenza nazionale.
Se un paese rinuncia o perde questo potere, acquisisce lo status di un ente locale o colonia.
Leggi tutto...

22 agosto 2012

ISTITUIAMO CAMPI DI CONCENTRAMENTO PER BANCHIERI

La mia proposta di istituire dei campi di concentramento per banchieri può sembrare troppo dura o spietata per le persone benevoli e sempre pronte ad essere misericordiose verso il prossimo, ma io non appartengo a questa categoria di individui. Rispetto la legge, non evado il fisco, al massimo prendo qualche multa per divieto di sosta, ma è contro la mia morale arrecare danno ad altri esseri viventi.

Questo stile di vita, però, non appartiene ai "banchieri", in particolare mi riferisco ai banchieri internazionali che dirigono la politica monetaria nazionale ed mondiale, non di certo i miei attacchi sono rivolti a direttore della filiale bancaria sotto casa che molto spesso è completamente ignaro del reale meccanismo che regola l'economia internazionale.
I banchieri sono colpevoli di gestire la politica monetaria della maggior parte dei Paesi che adesso giaciono in recessione economica, livelli record di disoccupazione, iperinflazione, livelli record di imposizione fiscale e di debito pubblico. Tutti reati, molti dei quali compiuti nella più completa indifferenza delle leggi costituzionali vigenti, che provocano malessere sociale, suicidi di padri di famiglia, impossibilità di sperare in un futuro più roseo per l'avvenire dei propri figli o nipoti.

21 agosto 2012

CHI SONO I TERRORISTI?

Facendo un bilancio delle operazioni compiute dalla VČK nella lotta alla controrivoluzione, Dzeržinskij stigmatizzava così coloro che volevano abbattere il potere sovietico e il governo degli operai e dei contadini:
Felix
Edmundovič
Dzeržinskij
"Operai! Guardate questi uomini! Chi voleva vendervi e tradirvi? Ecco, erano cadetti proprietari immobiliari, 'nobili' pedagoghi con l'etichetta di spia stampata in fronte, ufficiali e generali, ingegneri e vecchi principi, baroni e menscevichi di destra decaduti. Il principe Andronnikov, amico di Rasputin e di Nicola, accusato di spionaggio in favore dei tedeschi; il cadetto Ščepkin, presidente del Centro Nazionale; il generale Machov; il barone Stremberg e il menscevico Rozanov, catturato in una retata nell'appartamento del russo Wilhelm Steininger, spia accertata: tutto si mescola in un mucchio ripugnante di banditi, spie, traditori, servitori mercenari delle banche inglesi…"
Gli aggressori imperialisti cercavano di nascondere i loro crimini e quelli dei loro complici, gli attentati, le fucilazioni di massa di comunisti e di soldati dell'Armata rossa fatti prigionieri, le efferatezze commesse dalle guardie bianche nei territori occupati, accusando il potere sovietico ed in particolare la VČK di scatenare il terrore.
La stampa borghese sollevò un tremendo clamore. Contro la VČK incominciarono a diffondersi le più terribili calunnie. Con grida disperate sul terrore rosso e gli "orrori" della repressione.
Dzeržinskij veniva dipinto come un mostro: il suo nome era invariabilmente citato con l'epiteto di "boia rosso".

20 agosto 2012

STASI II: DEUTSCHLAND UBERFALLEN

Era chiaro quali erano le perverse voglie di Helmut Kohl quando fece eleggere dai Bilderberg la sua favorita come Cancelliere della BRD, come era già chiaro negli anni 80 il perché fu fondato il partito dei Verdi ed in poco tempo entrò a far parte delle diverse maggioranze che si sono succedute fino alla nomina della Merkel, ovvero la distruzione della Germania tramite Politici della EX DDR subentrati a sostituire quella classica classe politica Tedesca prima ancora che fosse nominato come Cancelliere Helmut Kohl.
Di Corrado Belli
Se andiamo a guardare chi sono coloro che oggi dettano leggi in Germania scopriamo che sono stati tutti collusi con  la STASI = Staat Sicherheit della DDR / Sicurezza Statale = SS, la STASI era stata fondata con gli stessi sistemi e criteri della Gestapo-Geheim Staat Polizei con il compito di sorvegliare tutti e tutto. Nel 1989 il 95% della popolazione della DDR si controllava da se stessa anche dentro le mura di casa propria.
Bene, dove voglio arrivare con tutto ciò? 

18 agosto 2012

AHMADINEJAD: "Un attacco all'Iran porterà Israele alla distruzione"

Teheran e il gruppo libanese Hezbollah sostenuto dall'Iran avvertono su una catastrofica ritorsione contro un eventuale attacco israeliano, minacciando di rendere il paese "un inferno". Le dichiarazioni sono arrivate dopo notizie secondo le quali Israele sta preparando un attacco unilaterale contro l'Iran. Il leader di Hezbollah, Hassan Nasrallah, ha detto che il suo partito aveva già fissato obiettivi in ​​Israele e sarebbe in grado di colpire con un piccolo numero di razzi se Tel Aviv decide di attaccare per primo.

"Se siamo costretti a usarli per proteggere il nostro popolo e il nostro paese, non esiteremo a farlo ... e questo trasformerà la vita di centinaia di migliaia di sionisti in un inferno", così Nasrallah ha avvertito in un discorso nel Quds Day, un evento annuale di solidarietà con i palestinesi sotto occupazione utilizzando il nome arabo di Gerusalemme.
Nasrallah ha anche avvertito che un attacco israeliano contro l'Iran porterebbe una "risposta enorme" della Repubblica islamica, dando "l'opportunità sempre sognata" dal 1979.
I leader militari israeliani hanno segnalato che possono attaccare le fazioni militanti del gruppo libanese in un prossimo futuro, se gli attacchi con razzi contro obiettivi israeliani continueranno.

16 agosto 2012

LA SERBIA VERSO UN NUOVO SISTEMA BANCARIO. FMI SUL PIEDE DI GUERRA

In Serbia il Governo ha capito: bisogna riformare il sistema bancario dissociandosi dal modello bancario europeo. Si dimette per protesta il governatore della Banca Centrale Serba, Dejan Soskic. Il suo mandato sarebbe scaduto nel 2016. 
La prima vera grande reazione politica a questa dittatura bancaria parte proprio dai Balcani, con la legge serba appena varata che limita fortemente l'indipendenza della Banca Centrale. Una notizia passata in sordina tra le notizie flash che i grandi quotidiani hanno copincollato dalle agenzie di stampa. 
La cosa ancora più preoccupante è che la notizia sarebbe stata totalmente ignorata se il Fondo monetario Internazionale (FMI) non avesse deciso di esprimere pubblicamente la sua contrarietà alla legge varata dal nuovo esecutivo guidato dal premier socialista Ivica Dacic.
Ma la situazione serba ci riguarda da vicino, non solo perché si trova poco distante dal nostro paese, ma anche perché è situata in un polo strategico tra i paesi di confine dell'Europa stessa, non troppo distante dalla Grecia.

KARL MARX AVEVA RAGIONE

« Il sistema creditizio che ha come centro le pretese banche nazionali e i potenti prestatori di denaro, e gli usurai che pullulano attorno ad essi, rappresenta un accentramento enorme e assicura a questa classe di parassiti una forza favolosa, tale non solo da decimare periodicamente i capitalisti industriali, ma anche da intervenire nel modo più pericoloso nella produzione effettiva – e questa banda non sa nulla della produzione e non ha nulla a che fare con essa (...) banditi ai quali si uniscono i finanzieri e gli speculatori. » (Karl Marx, Il capitale)
Cerchiamo di spiegare con una semplice metafora quello che sta succedendo in questo periodo di crisi ormai persistente. Quando si è mangiato troppo e si è fatto indigestione, magari anche a causa di qualche cibo tossico, la cosa migliore è vomitare, liberarsi del peso che si ha sullo stomaco e rimettersi in salute. Prima o poi ci cascheremo di nuovo, l’uomo sembra proprio avere la memoria della mosca – ma intanto per un po' ci sentiremo di nuovo meglio. E invece no, quello che oggi sta avvenendo è che ci teniamo ancora tutto sullo stomaco, ingurgitando dosi crescenti di Gaviscon nella speranza che non si brucino le budella.
Leggi tutto...

Leggi anche: 

NON CI SONO PIU' I MASSONI DI UNA VOLTA

Alla chiusura dei recenti giochi olimpici di Londra, molti si sono divertiti a "scovare" le simbologie massoniche più o meno nascoste nella coreografie della cerimonia finale.
Non che ci volesse un grande intuito, diciamo la verità. Tutto intorno allo stadio c'erano dei piramidoni talmente grandi che soltanto un cieco avrebbe pututo non vederli. Altrettanto dicasi per la piramide egizia, che è stata simbolicamente ricostruita al centro del campo. Nella pagina della BBC, poi, le piramidi con l'occhio di Dio facevano capolino a 1200 pixel, prima che la pagina venisse caricata del tutto. [Immagini all'interno].

E c'era persino l'immancabile aquila imperiale. Non aveva due teste, questo è vero, ma ha trovato la seconda quando una acrobata è comparsa appesa davanti a quella luminosa.

Ma perchè, viene da chiedersi, tanta sfacciataggine nel mostrare questi simboli? Che cosa si vuole dire, alla fine, con questa specie di festival del kitsch in formato esoterico? A chi sono diretti, questi simboli, ...

... e cosa vogliono dire? "Noi siamo massoni, e le olimpiadi sono tutte nostre"?

E allora? Anche se fosse?

14 agosto 2012

USA: GOVERNO E GRANDI BANCHE SI PREPARANO AD UN IMMINENTE COLLASSO FINANZIARIO?

Sembra che stia accadendo qualcosa di veramente strano. In tutto il mondo, i governi e le grandi banche si comportano come se prevedessero un imminente collasso finanziario. Purtroppo, non siamo al corrente delle conversazioni riservate che si svolgono nei consigli di amministrazione aziendali e nelle stanze del potere in luoghi come Washington DC e Londra, quindi tutto quello che possiamo fare è cercare di dare un senso a tutti gli indizi che sono intorno a noi.
Naturalmente è del tutto possibile fraintendere questi indizi, ma nascondere la testa sotto la sabbia non porterà niente di buono

La settimana scorsa, è stato rivelato che il governo degli Stati Uniti, negli ultimi due anni, ha chiesto segretamente a cinque delle più grandi banche americane "di sviluppare piani per scongiurare il crollo". Di per sé, questo non è un granchè. Ma quando si aggiunge quel tassello alle decine di altri indizi di un imminente collasso finanziario, comincia ad emergere un quadro molto preoccupante. Negli ultimi 12 mesi, centinaia di dirigenti bancari si sono dimessi, membri aziendali hanno venduto enormi quantità di azioni, e mi è stato detto personalmente che un numero significativo di banchieri di Wall Street hanno acquistato "beni per la sopravvivenza" nelle comunità rurali questa estate. 

12 agosto 2012

New York: "Minority Report" non è più fantascienza, Microsoft sviluppa DAS

L'azienda Microsoft e le forze di polizia della città di New York hanno presentato un sistema informativo per seguire e prevenire le attività criminali nella popolosa città. Il sistema è stato denominato "Sistema di dominio della coscienza".
Essere in grado di prevenire i reati e le attività criminali prima che si verifichino è il sogno di tutte le forze di sicurezza. Al cinema e alla televisione sono state create storie in cui la tecnologia facilitava questa possibilità. "Minority Report" o "Person of Interest" sono solo alcuni esempi. Adesso invece, le tecnologie non sono più fantascienza.
Domain Awareness System (DAS) è una tecnologia sviluppata da Microsoft e dalla polizia di New York, che controllerà le attività criminali anticipandole. Si tratta di un sistema che monitorizza, analizza e incrocia  i dati e informazioni di fonti di informazione come l'11 settembre, reti di video-sorveglianza, database e dati su Internet.

11 agosto 2012

GRECIA: FASCISMO ALLO STATO PURO!

Pochi giorni fa, il 7 agosto, c'è stata in Grecia la maggiore retata mai compiuta dalla polizia greca contro l'immigrazione clandestina nel Paese, sono stati fermati ad Atene circa 6.000 cittadini stranieri nel giro di 24 ore, perche' sospettati di essere entrati in Grecia illegalmente. Molto probabilmente il fascismo non ha mai smesso di avere potere. Per decenni ha evitato le immagini che ricordassero alla gente il nazismo, ma ora che la crisi lo ha smascherato agisce impunemente a prescindere da telecamere o da che cosa la gente possa pensare.
 
Quello che possiamo vedere in questo breve video conferma che la polizia greca ha iniziato un giro di vite sull'immigrazione ordinata da Antonis Samaras (il suo governo è composto dal Partito Conservatore e dai due partiti socialdemocratici), sotto il nome di operazione "Zeus Xenios" (Giove straniero, facendo un macabro riferimento a Zeus, il patrono dell'ospitalità). All'operazione hanno preso parte circa 4.500 agenti di polizia, in quella che e' di fatto la maggiore retata mai compiuta dalla polizia greca contro l'immigrazione clandestina nel Paese (07.08.2012), circa 6.000 cittadini stranieri sono stati fermati nel giro di 24 ore ad Atene perche' sospettati di essere entrati in Grecia illegalmente. 
Leggi tutto...

09 agosto 2012

LE POCHE BANCHE CHE CONTROLLANO TUTTO

Nell'autunno del 2011, uno studio condotto da scienziati svizzeri rivelò che un piccolo numero di banche controllava una importante fetta dell'economia globale. Lo studio, chiamato 'La rete del controllo globale corporativo' è stato portato a termine da Stefania Vitali, James B. Glattfelder e Stefano Battiston, a Zurigo, in Svizzera. Il metodo è stato quello di sviscerare il database con i dati di marketing della Orbis nel 2007, raccogliendo file su più di 30 milioni di operatori economici (imprese e investitori) di tutto il mondo, incluse le posizioni patrimoniali. 
Di Anthony Migchels
 Henrymakow.com

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista New Scientist, molto rispettata nel panorama della scienza "mainstream".
I risultati sono interessanti, anche se in fondo prevedibili.

MASSIVA CENTRALIZZAZIONE

Si evince che ci sono circa 43.000 aziende transnazionali secondo la definizione dell'OCSE. Di queste, 1.318, sono quelle più importanti ed influenti  Questo nucleo ha tre caratteristiche importanti.
1. Tra di loro, generano il 20% del reddito mondiale.
2. Si possiedono l'un l'altra.

Il database Orbis ha chiaramente dimostrato che la maggior parte delle azioni di queste società sono di proprietà di altri membri del gruppo dei 1.318. Ciò significa che le imprese più grandi, più redditizie e influenti del mondo si possiedono a vicenda in un unico grande cartello finanziario, o addirittura andando a formare un monopolio. Sono in competizione solo a livello nominale.

NESTLE': UN NUOVO TERRIBILE ALIMENTO PER FAR AMMALARE I BAMBINI

Un nuovo alimento per neonati della Nestlé il 'NAN HA 1Gold' ha sollevato diversi dubbi in molti genitori e pediatri australiani, a causa degli effetti negativi osservati in decine di bambini dopo il consumo di questo prodotto. Gli esperti hanno lanciato l'allarme dopo aver notato sintomi quali agitazione, eruzioni cutanee, nausea, feci acquose, naso che cola, vomito e disidratazione in alcuni dei bambini esaminati e che avevano assunto il latte della Nestlé NAN HA 1Gold, prodotto già in commercio, ma a cui è stata "aggiornata" la formula degli ingredienti.

In realtà, sul sito web 'Product Review' è possibile trovare un elenco dei sintomi e più di 100 commenti negativi da parte di genitori dei bambini colpiti dagli effetti collaterali. Inoltre, la stessa multinazionale Nestlé ha consigliato ai genitori interessati di "consultare un medico per i loro figli, se questo li preoccupa". Sul sito Productreview.com.au sono a centinaia i commenti di genitori che denunciano disfunzioni del bambino dopo l'assunzione di quest'ultima diavoleria della Nestlé. Centinaia di bambini che non avevano mai avuto nessun problema, dopo essere stati nutriti con questo surrogato di latte, hanno iniziato ad avere problemi.
Leggi tutto...

LA MILITARIZZAZIONE DEL TERRITORIO SCACCIA L'ECONOMIA CIVILE

Credere che una fabbrica possa chiudere per i danni ambientali che provoca, è come credere che si possano fare guerre per motivi umanitari. E infatti c'è sempre chi è disposto a credere all'una ed all'altra cosa. Nel caso della chiusura dell'Ilva di Taranto, c'è stato anche chi ha parlato di successo della "lobby ambientalista", il che è altrettanto attendibile che parlare di una lobby dei clochard o di una lobby dei Rom. In realtà, neppure il declino del nucleare può essere attribuito al rischio ambientale in sé, ma è dovuto al fatto che ormai nessuna compagnia assicurativa è più disposta ad assumersi il rischio della copertura dei costi dei risarcimenti. [1]
Comidad
Il lobbismo vero è invece indissociabile dal potere del denaro e delle complicità occulte, e nella vicenda dell'Ilva ha fatto la sua comparsa con la rivelazione delle relazioni tra il lobbista Archinà ed il ministro per l'Ambiente Clini. Il ministro si è trovato così immediatamente messo all'angolo. In effetti, in tutto ciò che riguarda l'industria in Italia, i governi sembrano ridotti al rango di spettatori o, ancora peggio, di tifosi. [2]
La recente decisione del Tribunale del Riesame di Taranto colloca la sorte dell'Ilva nel limbo dell'incertezza, con l'unico effetto sicuro di disperdere la resistenza operaia nel labirinto delle speranze e delle aspettative, come accadde a Bagnoli negli anni '80. Nel frattempo potrebbero arrivare i fondi dell'Unione Europea per finanziare la delocalizzazione in Romania o in Polonia.

08 agosto 2012

GLI OGM SONO UNA MINACCIA PER L'UMANITA'

Secondo gli scienziati, il consumo di alimenti geneticamente modificati renderebbe le persone sterili. Questo fenomeno è stato individuato nella terza generazione di animali alimentati con semi di soia e mais geneticamente modificati. La ricerca congiunta degli scienziati dell'Associazione Nazionale Russa della Sicurezza dei Geni e dell'Istituto di Problemi di Ecologia ed Evoluzione hanno scoperto che i criceti nutriti con soia OGM non sono riusciti a riprodursi, dopo tre generazioni.  
"Abbiamo lavorato con quattro gruppi di criceti: ​​uno alimentato senza soia, un altro alimentato con soia non transgenica, un terzo con soia transgenica (OGM) e il quarto con una maggiore quantità di soia transgenica" ha spiegato il biologo Alexei Surov. 
 Dopo aver alimentato i criceti per due anni, nella terza generazione sono stati riscontrati risultati devastanti in quelli che mangiavano solo soia transgenica, e in particolare in quelli con diete con quantità maggiori di Ogm. Si è inoltre constatato una crescita più lenta e un alto tasso di mortalità tra i loro figli. In un altro studio simile realizzato in Russia, i ricercatori hanno riscontrato un ritardo della crescita negli animali, alta mortalità tra i giovani, e anchecrescita di peli nella bocca dei criceti. Scienziati provenienti da Francia, Austria, USA e l'India hanno fatto sperimentazioni simili con topi, maiali e mucche confermando il pericolo potenziale o reale dei prodotti OGM sulla salute umana, sugli animali, le piante e soprattutto l'ambiente. 
Le multinazionali dell'industria del transgenico della Monsanto, Dow AgroScience, Pioneer, Syngenta, tra gli altri, promuovono il consumo di alimenti geneticamente modificati e ignorano costantemente la ricerca ed esperti che si oppongono al rilascio di organismi geneticamente modificati (OGM).
Leggi tutto...

Kirchner all'Europa: "I morti non possono pagare i debiti"

Parlando alla Camera di Commercio di Buenos Aires il 2 agosto, nella ricorrenza della sua fondazione, il Presidente argentino Cristina Fernandez de Kirchner ha nuovamente stigmatizzato la politica antipopolare dei governi europei ricordando che il suo scomparso consorte Nestor Kirchner ammonì nel 2003 alle Nazioni Unite che "i morti non possono pagare i debiti". L'allora Presidente Kirchner spiegò che l'austerità non avrebbe mai generato una ripresa in Argentina e giurò di non anteporre gli interessi dei banchieri a quelli dei cittadini. "Sento che l'Europa non capisce questo", ha detto la Kirchner. 

Guardiamo alla Spagna: "Come si fa ad avere la crescita se la gente perde il lavoro, i salari vengono tagliati, le case messe all'asta e i benefici sociali ridotti?" Ho letto che il 10 per cento dell'impiego pubblico verrà tagliato, assieme a 50 mila posti letto negli ospedali, ha detto. "Non si può sostenere un'economia o una società in queste condizioni", ha ammonito.
In Europa "c'è un'incredibile crisi speculativa", aggiunto, "qualcosa che noi conosciamo bene". Confutando l'idea che in Europa ci sia un'eccessiva spesa pubblica, ha ricordato che ci sono stati i salvataggi bancari, come quella della Bankia in Spagna, che era amministrata dall'ex direttore del FMI Rodrigo Rato. Rato "era solito impartirci lezioni" sulla politica economica, ma la sua banca ha un buco di 230 miliardi di euro. "C'è stato un incredibile salvataggio delle banche, così che queste hanno potuto disimpegnarsi dalle posizioni difficili" nelle nazioni sud europee, ma si tratta "delle stesse banche che hanno prestato i soldi" a quei paesi! 

07 agosto 2012

USA: VEICOLI CORAZZATI PER PATTUGLIARE LE CITTA'

Veicoli corazzati del tipo utilizzato per dare la caccia ai ribelli in Afghanistan sono impegnati a pattugliare le strade a Sheboygan County nel Wisconsin come parte di un'esercitazione della US Army Reserve. Il Capitano William Geddes ha detto che "la US Army Reserve ha voluto avvertire l'opinione pubblica riguardo le date dell'esercitazione in modo che i residenti non siano allarmati quando un branco di veicoli militari pesantemente corazzati  gireranno per le strade della contea".

Le esercitazioni sono in corso, nonostante il fatto che le truppe alla guida dei veicoli M1117 blindati hanno già ricevuto la loro formazione di base. "Sono veicoli che questi ufficiali militari potrebbero utilizzare se sono schierati, i veicoli di pattuglia,".

I veicoli, che sono stati utilizzati all'estero in Afghanistan, sono descritti come "strani", "intimidatori" e "pesantemente corazzati", pur avendo le stesse dimensioni di un grosso SUV. Le autorità locali, almeno apparentemente, sembra che non siano state nemmeno informate sule esercitazioni in programma, che proseguiranno fino al 17 agosto.
Adam Payne amministratore di Sheboygan County, ha detto di non essere a conoscenza delle esercitazioni. Due funzionari della città si sono rifiutati di commentare, perché nemmeno loro ne sapevano nulla dell'esercitazione.
Geddes esortato i cittadini a non creare pericoli per la sicurezza sulle strade fermandosi a guardare i veicoli.
I crescenti fenomeni di esercitazioni militari che si svolgono lontano da basi militari in mezzo al pubblico nelle città, ha portato il timore che il popolo americano sia stato acclimatato ad accettare una potenziale futura dichiarazione di legge marziale. 
Leggi tutto...

06 agosto 2012

L'Australia si rifiuta di installare una base navale degli Stati Uniti sul proprio territorio

Il ministro della Difesa australiano ha detto che il suo paese non ospiterà la base navale militare degli Stati Uniti, la portaerei nucleare Oceanic, come menzionato in un rapporto commissionato dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, proposta che probabilmente avrebbe provocato il disappunto della Cina. 

Secondo la stampa australiana, il Centro per gli Studi Strategici e Internazionali (CSIS) di Washington, ha scritto un rapporto sulla questione, a seguito di una richiesta da parte del Dipartimento della Difesa statunitense, che è stato presentato al Congresso. La proposta, è contenuta in un rapporto commissionato dal Pentagono, in cui si fa riferimento all'intenzione di piazzare nella base militare di Sterling, costa nord-occidentale dell'Australia, una portaerei con nove squadroni, due cacciatorpedinieri, un sottomarino e una nave cisterna. Questo rapporto, pubblicato in parte dal quotidiano "Canberra Times" afferma che "la geografia dell'Australia, la sua stabilità politica e capacità già esistenti di infrastrutture, offrono vantaggi notevoli all'esercito statunitense nel momento in cui viene alla luce la crescente gamma di  sistemi di armamenti della Cina".
Leggi tutto...

LA SPAGNA IN SEGRETO NEGOZIA CON LA GERMANIA LE CONDIZIONI DEL SALVATAGGIO

Per la prima volta, Rajoy non esclude la possibilità che la Spagna chieda aiuto: "Non ho preso alcuna decisione, farò ciò che è meglio", ha detto il presidente.
La parola "salvataggio" ha smesso di essere un anatema per il governo. Mariano Rajoy, che fino ad ora aveva respinto categoricamente la possibilità di chiedere assistenza finanziaria dall' Europa - oltre a quello già richiesto per il settore bancario - ieri ha cambiato direzione in modo sostanziale.
Per la prima volta dal suo arrivo a La Moncloa, non ha negato la possibilità che il paese possa aver bisogno di un intervento, ma ha detto, enigmaticamente, che non ha ancora preso una decisione e che in ogni caso, farà ciò che considera "più conveniente per gli interessi degli spagnoli" .
Questa svolta di 180 gradi nella posizione del presidente ha una spiegazione: l'esecutivo, come rivelato a elEconomista da fonti vicine alla Moncloa, da settimane sta negoziando segretamente con la Germania i termini degli aiuti, e le "misure non convenzionali" con cui la BCE sosterrebbe la Spagna una volta richiesta l'assistenza e le condizioni che dovrebbe soddisfare per essere degna di questo speciale supporto.
Leggi tutto...

05 agosto 2012

Da CUBA l'unico farmaco al mondo in grado di guarire le ulcere del piede diabetico

Un farmaco cubano assolutamente unico al mondo che guarisce le ulcere del piede diabetico, comincerà ad essere testato in centinaia di ospedali in Europa, l'anno prossimo.
La biotecnologia continua a fare passi avanti per essere riconosciuta come un pilastro dell'economia nazionale, così come è stato appena annunciato l'Heberprot-P, il prodotto leader della scienza cubana per il suo volume di vendita, inizierà l'anno prossimo dei test di sperimentazione in diversi ospedali europei per l'approvazione e la registrazione nei paesi del blocco comunitario.
La sperimentazione apre la possibilità alla vendita nell'Unione Europea di uno dei farmaci cubani più importanti e l'unico sul pianeta in grado di guarire le ulcere del piede diabetico.

04 agosto 2012

PERCHE' TORNARE ALLA PROPRIA MONETA?

Il margine di manovra della politica monetaria va oltre ciò che consiste l'organizzare, influenzare e regolare un dominio specifico concernente l'economia di mercato. La moneta di un popolo rispecchia tutto ciò che la gente vuole, soffre, è. La condizione di una moneta "riflette l'intera vita sociale e politica [...], lo sviluppo e la regressione, le rivoluzioni, i successi e i fallimenti, lo stato della politica interna, la forza e la debolezza dei governi [...], la situazione geografica e politica di un popolo, le possibilità oggettive e soggettive della sua economia, il suo atteggiamento verso l'economia e il futuro, la sua morale e la sua energia, tutto ciò che i concetti di "spirito di un popolo" e "carattere di un popolo" esprimono. Niente mostra più chiaramente di che pasta è fatto un popolo se non la sua politica monetaria".
Di Friedrich Romig
Warum Rückkehr zur eigenen Währung? 

Tutti coloro che si dedicano alla riflessione sugli scambi, sul credito e sul sistema bancario e li pubblicano o che fanno parte di coloro che elaborano la politica, dovrebbero ricordare queste osservazioni di Joseph Schumpeter, uno dei grandi economisti che il nostro popolo ha generato. La cultura di un popolo e la sua valuta formano un insieme che non può essere diviso.
Questi legami risultano già dalla natura della moneta e del credito. Per sua stessa natura, la moneta è un prodotto del regime giuridico dello Stato. Lo Stato determina la costituzione della moneta e del credito. In questo modo, indica quella che è la moneta nel suo territorio e chi ha il potere di battere moneta e concedere crediti. La sovranità monetaria è parte dei diritti inalienabili dello Stato. 
Leggi tutto...

1- LA NATO, CENTRALE DEL CONTRABBANDO

2- A CHE SERVONO QUESTI SERVIZI SEGRETI? 
3- AL QAEDA, PSEUDONIMO DELLA NATO
La NATO è un'organizzazione criminale a tutto tondo, ad un punto tale che è persino difficile farsene un'idea. Le basi NATO, grazie al segreto militare, sono luoghi in cui si traffica di tutto. Talvolta è possibile reperire piccole tracce di questa inesausta attività criminale.
Notizia del maggio scorso:
"Sono stati bloccati lungo via Ausonia a Cassino mentre percorrevano la superstrada in direzione Formia. Due marescialli in servizio alla base Nato di Bagnoli, uno appartenente all’Esercito Italiano e l’altro all’Aeronautica, sono stati fermati per contrabbando di sigarette."
http://www.dimmidipiu.com/cronaca-frosinone/4750-cassino-marescialli-contrabbandieri-arrestati-in-via-ausonia.html
COMIDAD

I due marescialli della base NATO di Bagnoli avrebbero dovuto essere processati per direttissima; poi il processo è stato spostato e, da allora, non vi è a riguardo più alcun resoconto della stampa. Chissà perché.

2- A CHE SERVONO QUESTI SERVIZI SEGRETI?

In un articolo del febbraio del 2010 sul sito di "Gush Shalom", il "pacifista" israeliano Uri Avnery si chiedeva cosa accadrebbe se i servizi segreti di tutti i Paesi sparissero contemporaneamente? Secondo Avnery, non accadrebbe nulla, perché queste organizzazioni hanno dimostrato di non essere in grado di reperire le informazioni utili a prevenire gli avvenimenti.
http://translate.google.it/translate?hl=it&sl=en&u=http://zope.gush-shalom.org/home/en/channels

03 agosto 2012

USA: Il grande business delle carceri private

In dieci anni il numero di stranieri incarcerati in prigioni private è cresciuto da 3.300 ad oltre 23.000: imprigionare immigrati clandestini è un grande business in crescita negli Stati Uniti. Dal 2000 gli Stati Uniti hanno speso più di 32.000.000 di dollari in in attività di lobbying per indirizzare maggiori fondi federali verso i centri di detenzione privati.

I contribuenti americani secondo le stime pagheranno per quest'anno 2 milioni di dollari, e una gran parte di questi fondi saranno destinati alla costruzione di nuove strutture per ospitare i 400.000 immigrati che vengono arrestati ogni anno, (Associated Press). La sistemazione di ogni detenuto costa ai contribuenti circa 166 dollari a notte, prezzo che dal 2004 è raddoppiato. Sempre più immigrati finiscono in carcere proprio perché il governo arresta sempre di più clandestini. Dieci anni fa, erano circa 3.300 gli immigrati clandestini nelle prigioni private. Oggi, questo numero è cresciuto fino ad oltre 23.000. Grazie a questo aumento dei detenuti, le società private di detenzione statunitensi hanno visto aumentare i loro profitti da 760 a 5.100 milioni di dollari.

02 agosto 2012

IRAN: Quattro banchieri condannati a morte per frode

Quattro imputati sono stati condannati a morte per l'appropriazione indebita di 2.600 milioni di dollari in cui erano implicate sette banche pubbliche e private, il più grande caso di corruzione rivelato nella storia della Repubblica islamica dell'Iran.  Il procuratore generale e portavoce del Sistema Giudiziario iraniano, Gholam Hussein Mohseni Ejei, ha detto che il tribunale di Teheran che si occupa del caso ha emesso sentenza contro 39 imputati, tra cui quattro sentenze di morte, due ergastoli e per il restante 25, 20 e 10 anni di carcere, senza specificare i nomi.

Il processo di questo caso è iniziato il 18 febbraio inizialmente con 32 imputati, anche se altri se ne sono aggiunti negli oltre cinque mesi di processo. Inoltre, Mohseni Ejei ha detto che i condannati dovranno restituire il denaro truffato.
Decine di persone sono state arrestate in relazione a questo caso in Iran, iniziato nel 2007 quando il gruppo industriale Amir Mansur Arya Investment, guidato da Amir Mansur Josravi, ha fondato una banca privata con la quale ha ottenuto tramite mezzi fraudolenti prestiti di grandi dimensioni dalle principali banche pubbliche iraniane.
Leggi tutto...

LA POLIZIA TEDESCA IN UNA CELLULA DEL KU KLUX KLAN

Il gruppo razzista si è diffuso in Germania e ha reclutato agenti delle forze dell'ordine.
Investigando su 10 omicidi perpetrati da un gruppo neo-nazista in Germania, la polizia ha scoperto che due dei suoi agenti erano coinvolti nelle attività di una cellula locale del Ku Klux Klan. Dopo che le informazioni diffuse martedì scorso sulla creazione in Germania di un nuovo partito nazista chiamato I diritti, anche questo mercoledì gli estremisti tedeschi hanno fatto notizia. E' successo che tra gli agenti della polizia hanno trovato due ex membri del Ku Klux Klan, nello svolgimento di indagini su 10 omicidi commessi da estremisti di destra, secondo un giornale locale.

Xenofobia 
Il gruppo terroristico neo-nazista Segretezza Nazional-socialista (NSU, il suo acronimo in lingua tedesca) ha agito impunemente tra il 1998 e il 2011. Le sue attività sono state scoperte nel novembre del 2011, ma aveva già provocato la morte di dieci persone. La xenofobia è stato il motivo per cui il trio di terroristi Beate Zschäpe, Uwe Mundlos e Uwe Böhnhardt "giustiziavano" le loro vittime a sangue freddo.

L'Iran non permetterà la caduta di Assad

Agirà in caso di necessità, "non permetterà al nemico di avanzare in Siria, ma per ora non vede alcun motivo per un'azione immediata". Così ha dichiarato il vice dello Stato Maggiore Generale delle Forze Armate dell'Iran, il generale Masoud Jazayeri. Quando sarà necessario entrerà nel conflitto siriano e darà una risposta decisiva agli oppositori, ha detto un alto funzionario militare nel paese.

L'Iran è uno degli alleati chiave del regime di Bashar al Assad e le recenti dichiarazioni di alcuni alti funzionari militari lo confermano. Secondo il generale iraniano Masoud Jazayeri, anche i nemici della Siria "di fatto, fanno una guerra contro la Siria", il popolo siriano e i suoi alleati non permetteranno che si rovesci l'attuale governo del paese arabo.

"Al momento noi, amici della Siria, non vediamo la necessità di intervenire e credo che non lo faremo. Ma in una situazione straordinaria decideremo come sostenere la resistenza regionale e i nostri amici ", ha detto il generale iraniano.

01 agosto 2012

UGANDA: 36 CASI SOSPETTI DI EBOLA

L'Oms mette in guardia su 36 presunti casi di Ebola in Uganda occidentale "Di questi 36 ci sono stati quattro casi confermati, da test di laboratorio e purtroppo due di loro sono morti a causa della malattia", ha detto un portavoce dell'OMS
L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha avvertito questo martedì dell'esistenza di almeno 36 sospette infezioni di Ebola nella regione di Kibale in Uganda occidentale, dove sono già morte quattordici persone dall'inizio dell'epidemia metà del mese. Il portavoce dell'OMS Tarik Jaserevic, ha detto in una conferenza stampa che finora sono stati rilevati 36 "casi sospetti" di Ebola, di cui quattro sono stati confermati da test di laboratorio. "Ci sono stati quattro casi confermati da test di laboratorio e purtroppo due di loro sono morti a causa della malattia", ha dichiarato; nella regione sono stati condotti test clinici anche su altri campioni con risultati negativi.

IL GOVERNO SERBO SCEGLIE LA SOVRANITA' ECONOMICA E NAZIONALE

Il governo nazionalista serbo finisce nel mirino dell’usura internazionale per aver deciso di difendere il suo popolo dalle mire dei grandi potentati economici. A disturbare infatti i sonni di banchieri e politicanti loro alleati è la preoccupazione per una virata in senso statalista delle politiche economiche ad opera dell’esecutivo guidato da una coalizione di forze con a capo il leader socialista Ivica Dacic. L’altra forza che guida la coalizione è il Partito progressista serbo (Sns), del presidente della Repubblica, Tomislav NIkolic, vincitore della maggioranza relativa alle legislative del 6 maggio scorso.
Di Andrea Perrone
Rinascita

Il premier Dacic è finito immediatamente sotto accusa, a soli quattro giorni dal suo insediamento, per aver voluto rafforzare il controllo sulla Banca nazionale serba (Nsb) mandando a casa il suo governatore, Dejan Soskic, a costo di modificare la legge e minare l’indipendenza di una delle istituzioni più potenti del Paese. Indipendenza questa che garantisce libertà di movimento a banche e banchieri, che con il loro potere economico decidono le sorti di popoli e delle nazioni in gran parte del pianeta Terra. Dal canto suo Dacic è stato chiaro nei confronti del governatore. Soskic, ha osservato il premier, “potrebbe perdere il suo lavoro se persisterà a stringere la cinghia delle finanze, invece di stimolare la crescita”. 
Leggi tutto...

UNIONE EUROPEA VIETA SEMENTI TRADIZIONALI

Con sentenza del 12 luglio, la Corte di Giustizia della UE ha confermato il divieto di commercializzare le sementi delle varietà tradizionali e diversificate che non sono iscritte nel catalogo ufficiale europeo.
Fin dal 1998 è in vigore una direttiva della Comunità europea che riserva la commercializzazione e lo scambio di sementi alle ditte sementiere (le note multinazionali) vietandolo agli agricoltori. Ciò che i contadini hanno fatto per millenni è diventato così, di colpo, un delitto (il matrimonio fra omosessuali è invece legale). Con questa sentenza sono messe fuorilegge anche le associazioni di volontari impegnati nel recupero delle varietà antiche e tradizionali – ne esistono di benemerite anche in Italia – che commettono appunto questo crimine: preservano e distribuiscono a chi le chiede sementi fuori del catalogo ufficiale.
Di Maurizio Blondet
Effedieffe
La sentenza ha preso di mira specificamente una di queste associazioni, la francese (ma nota in tutto il mondo) Kokopelli, che si batte per la biodiversità. Già nel 2008 questa associazione era stata condannata, per scambio di sementi antiche, a una multa di 35 mila euro: esosa punizione per un gruppo di volontariato, volta a renderne impossibile di continuare l’attività. Invece l’attività è continuata, grazie allo sforzo e ai contributi dei volontari. Sicchè oggi, un’altra grossa società che l’ha trascinata in giudizio davanti alla Corte d’appello di Nancy, la «Graines Baumaux», approfittando della sentenza della Corte europea ha chiesto ai giudici francesi di imporre a Kokopelli di pagare 100 mila euro per danni e inoltre – esplicitamente – «la cessazione di tutte le attività dell’associazione», pericolosa per il business, alla faccia della libertà d’opinione e d’azione. (lo spaccio di droghe, invece, sta per essere depenalizzato).