06 dicembre 2012

TORNARE AD ESSERE BUONI

Dopo l'11 09 2001 (autoattentato o no) nei media cambia qualcosa, si passa dallo sfoggio dell'assoluta libertà e spensieratezza all'oscurantismo dei costumi dove un tripudio di luoghi comuni bombarderanno la mente di miliardi di cittadini ; la paura del diverso, il timore delle armi di distruzione di massa fanno accettare alla gente la perdita della privacy fino a creare il grande fratello orwelliano che tutti noi viviamo quotidianamente.
 
Il 2008, natale della recessione sistemica programmata globale, preannuncia anni difficili da digerire per le fasce deboli della società ; la stampa ripeterà come un mantra la dottrina del contenimento dei costi, dell'abbattimento delle tutele lavorative e dell'insostenibilità della previdenza sociale (quest'ultimo elemento è molto ma molto gradito ai big della finanza speculatrice & scommettitrice delle altrui esistenze).

Come una macchia d'olio si espande nelle "eSSoteriche" menti il think tank dell'economia non più serva dell'essere umano ma dell'esatto opposto, ovvero, si pone come unico obiettivo il riparare errori (commessi da altri) anche a costo di sacrificare il proprio prossimo.
Ai più potrà sembrare strana o errata la mia ultima tesi ed a Voi farò una domanda:
"Quante volte avete pensato di "tagliare" determinati settori che non Vi interessano, nella speranza che l'economia possa riprendersi?
Centinaia di volte (se Vi occupate di economia)!

A Voi chiedo di fermarvi e riflettere perchè l'elite ci sta portando esattamente dove vuole, siamo così stolti ed impreparati che proviamo sollievo con la dottrina del "mal comune - mezzo gaudio" e del "mors tua vita mea".

Semplicemente condividere i nostri problemi quotidiani all'altrui pensiero ci farà comprendere che siamo tutti sulla stessa barca: statali, privati, italiani, stranieri (quella gente che ci toglie il lavoro, che accetta di farsi sfruttare perchè nel loro paese probabilmente ci sono multinazionali che schiavizzano o "esportazioni" di democrazia con fosforo bianco e missili tomahawk).

Ha davvero dell'assurdo ascoltare gente (spesso proveniente da rinomate università) che vorrebbe in nome della "democrazia" (sic) e della "libertà" un crescente accentramento della ricchezza, il problema sta proprio qui infatti queste "magnanime" menti sono tutte ai più alti gradini della mondializzata società.
Si ipotizza la presenza di esseri umani dalle capacità straordinarie e noi siamo ancora succubi degli istinti dell'homo habilis?

Non serve un "genio illuminato" per comprendere che l'economia deve funzionare solo in maniera orizzontale, utilizzare un metodo a "cascata"  si rivelerà controproducente ma soprattutto classisticamente malvagio.

Desiderare l'altrui prosperità è un piccolo progresso ma soprattutto una tecnica di difesa contro chi ci vuole "cattivi" e (come dice la parola stessa) quindi prigionieri!

Nessun commento:

Posta un commento

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog Voci Dalla Strada

Non sono consentiti:
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)